Ottoni

Orario
martedì-venerdì
Insegnanti

Una grandissima famiglia di strumenti, tutti da suonare con la stessa tecnica: appoggiare le labbra al bocchino e fare una bella pernacchia! Il bocchino non fa altro che aumentare le vibrazioni delle labbra, per mandarle nel tubo sonoro.

Famiglia antichissima, nata con i primi corni (stiamo parlando di migliaia di anni fa) che erano a forma di… corno! Venivano realizzati con… corna di animali! Ci sono tracce di questo strumento nella letteratura antica di tutto il mondo, a volte costruito appunto con corna animali, a volte in legno, altre in metallo.

Dopo i primi corni, via con i "cornets and sackbuts", precursori delle trombe e tromboni, e poi le trombe militari - gli ottoni hanno sempre primeggiate nei richiami e i segnali acustici, essendo strumenti che si fanno sentire bene anche all'aria aperta.

Poi sono arrivati tanti altri: corni francesi, basso tube, bombardini, sousafoni ...

In tempi moderni, hanno guadagnato il loro nome di famiglia a causa della standardizzazione del materiale di costruzione: appunto l'ottone (una lega di rame e zinco). La struttura si è differenziata sempre di più, con pistoni, pompe, cilindri, tasti e quant'altro facilita l'emissione di tutte le note - ma in fondo rimangono sempre simpatici "amplificatori di pernacchie"!